“Ri-costruire Comunità", mercoledì 27 febbraio alle ore 20.30 a Primiero

News

Le Acli in collaborazione con la Comunità di Primiero hanno avviato il progetto "Ricostruire Comunità" volto a rigenerare il contesto di comunità da cui la società attinge linfa per il proprio futuro. "Forte è la consapevolezza che non sia possibile lavorare da soli a un tale compito - spiegano in una nota inviata in questi giorni alle istituzioni locali, alle associazioni e alle realtà del territorio, il presidente della Comunità di Primiero, Roberto Pradel e il presidente delle Acli di zona Ugo Bettega - d'altra parte la comunità è il primo dei beni comuni da tenere vivo di fronte ai continui cambiamenti.

L'iniziativa, si propone quindi di costituire uno spazio insieme una possibilità per attivare partecipazione in una prospettiva comunitaria potenziando le risorse presenti e avviando un processo di crescita di relazioni tra cittadini e realtà associative istruzioni. Un modo per restituire benessere alle persone, per liberare nuove energie, per rendere più efficace la possibilità di fare sistema".

"Ri-costruire Comunità"

Il progetto, vuole essere uno spazio e una possibilità di impegno per Comunità, realtà associative, cittadini ed Acli per attivare partecipazione in una prospettiva comunitaria, riconoscendo e potenziando le risorse presenti e avviando un processo di crescita di relazioni. Si tratta inoltre di una sfida che si inserisce pienamente negli obiettivi del "Piano Sociale della Comunità" dove parla di cittadinanza responsabile e del ruolo dei servizi pubblici e dell'associazionismo per sviluppare politiche inclusive che facilitino la collaborazione "creando reti" a favore della cittadinanza.

"Sembra un paradosso, ma l'iper-comunicazione e il villaggio globale - afferma Stefano Sarzi Sartori, Consulente ACLI per il progetto - ci hanno gradualmente impoverito dell'elemento primario per la nostra crescita e il nostro benessere: le relazioni, il dialogo. Ci hanno rubato le relazioni vere, quelle non di facciata, non da emoticon, ma "de visu". Oggi ricostruire comunità significa ricostruire legami improntati a nuove modalità di affrontare le situazioni dei nostri contesti, ma connettendoci con tutte le organizzazioni sociali e poi alle istituzioni, perché la comunità è un bene prezioso ed è di tutti. Ogni persona ed ogni competenza va valorizzata e innestata in una prospettiva comune e condivisa che ponga al centro le relazioni fonte primaria del nostro benessere e cuore della generatività".

Il primo incontro pubblico

Il tema e la proposta di progetto, saranno trattati in un primo incontro in cui la prospettiva del rigenerare comunità, sarà affrontata sotto diversi punti di vista. L'appuntamento, è fissato per Mercoledì 27 febbraio alle ore 20.30 Sala Negrelli - Comunità di Primiero con una tavola rotonda, durante la quale saranno approfondite le diverse prospettive del progetto. Alla serata, saranno presenti:

  • Giuseppe Milan - Docente Università di Padova - Punto di vista Educativo
  • Graziano Molon - Esperto di sviluppo locale - Punto di vista Economico
  • Stefano Sarzi Sartori - Esperto in sviluppo di comunità - Punto di vista Sociale

Modera Walter Nicoletti - Vicepresidente Acli Trentine

Durante il primo incontro sarà presentata la proposta di un percorso aperto a tutti di riflessione e condivisione. Con esso si intende dare avvio all'ipotesi di lavoro per rigenerare insieme il contesto di comunità. Il percorso si strutturerà in 3 incontri a cadenza settimanale con l'utilizzo di varie metodiche: dal "learning cafè" ai "dialoghi sul futuro" (metodo finlandese). Attraverso questo percorso si cercherà di delineare insieme un futuro sul quale saranno gli stessi partecipanti al percorso a decidere e a scommettere.