Forum 5, l'Economia civile e di comunione: c’è un altro modo di fare impresa

News

Quest'anno il Forum, giunto alla sua quinta edizione, approfondirà il tema "Impresa, Comunità, Beni comuni". In questa prospettiva, accanto al consueto approfondimento di modelli economici innovativi, di azienda come luogo di relazioni fra persone e imprese, di welfare generativo, si parlerà anche di risorse ambientali ed economiche del territorio di Primiero. Il Forum intende dunque offrire uno spazio per conoscere esperienze di un'economia che non abbia solo come fine il profitto, ma che sappia valorizzare la dimensione umana e comunitaria.

Ricordando Chiara Lubich che nel 1991 a San Paolo ebbe l'intuizione dell'economia di comunione che promuove una cultura economica improntata alla gratuità e alla reciprocità, proponendo uno stile di vita alternativo a quello dominante nel sistema capitalistico, si parlerà di esperienze di economia civile e di imprenditori che hanno saputo fare impresa in modo nuovo come Olivetti, ingegnere visionario che ridisegnò a Ivrea una "fabbrica a misura d'uomo" rivoluzionando il rapporto della fabbrica con il territorio inventando una nuova "cultura dell'impresa".

I temi dell'economia civile hanno avuto una risonanza a livello mondiale, basti pensare a The Economy of Francesco che ha coinvolto on-line economisti, imprenditori, changermaker, in particolare under 35 di tutto il mondo sui temi dell'economia. Si concluderà il prossimo 22-24 settembre con più di 1000 giovani di tutto il mondo con Papa Francesco per siglare un patto per una nuova economia più giusta, equa, fraterna. L'economia civile e di comunione si fonda sui valori dell'economia sociale come alternativa virtuosa all'economia di mero mercato.