Bando Raccolta di idee e progetti per opportunità occupazione giovanile

News


OBIETTIVI E CARATTERISTICHE DELLE AZIONI PROGETTUALI

Il Tavolo Politiche Giovanili di Primiero, in coerenza con il l'asse prioritario B del Piano Strategico 2020 "PartecipiAmo" riferito al collocamento di risorse per favorire lo sviluppo di nuove occasioni affinché i giovani sviluppino maggiori competenze per avvicinarsi al mondo del lavoro e maggior senso di appartenenza e cittadinanza investendo sul proprio futuro in Valle, è alla ricerca di progetti volti a:

  • Promuovere nei giovani partecipanti una ricaduta in termini di acquisizione di conoscenze e abilità e competenze utili per il loro futuro;

  • Promuovere proposte partecipative ed opportunità di aggregazione che favoriscano lo scambio ed il confronto e nelle quali sia possibile ideare e realizzare iniziative significative per la comunità;

  • Promuovere una migliore conoscenza da parte dei giovani coinvolti del proprio territorio - a contatto con la natura e l'ambiente - della storia locale e della geografia della Valle;

  • Sensibilizzare i giovani rispetto al tema del volontariato.


CHI PUÓ PARTECIPARE AL BANDO

Possono presentare "idee-progetto" soggetti attivi o che hanno interesse ad operare sul territorio del Piano Giovani di Primiero quali:

  • Enti pubblici, associazioni, gruppi giovani (formalmente costituiti), cooperative sociali, istituti scolastici, organizzazioni non lucrative di utilità sociale, parrocchie, fondazioni ed enti senza fini di lucro.

  • Gruppi informali di giovani e/o adulti costituitisi allo scopo (che dovranno tuttavia far riferimento ad un'associazione o ad altro soggetto con personalità giuridica).

Nel caso in cui due o più soggetti intendano presentare un progetto congiuntamente, uno di essi dovrà porsi quale soggetto capofila ed ogni rapporto organizzativo, amministrativo e finanziario verrà intrattenuto solamente con esso



Altri ASPETTI DA TENERE IN CONSIDERAZIONE nella stesura del progetto sono:

Contesto e bisogni. Le varie progettualità dovranno far riferimento a un preciso contesto e a dei bisogni specifici che vengono individuati e ai quali si cerca di dare concrete risposte.

Progettualità e innovazione. Gli interventi proposti devono consistere in PROGETTI (non servizi o prestazioni). Non potranno, pertanto, esser ammessi al finanziamento progetti che siano solo la ripetizione o la ri-edizione di interventi precedenti, né l'attività ordinaria di associazioni, enti o comuni. Un progetto può rappresentare tuttavia l'evoluzione significativa di un intervento già realizzato, se contiene elementi innovativi a livello contenutistico o se, a livello gestionale, c'è una responsabilizzazione dei giovani, attraverso una loro partecipazione attiva nelle fasi di organizzazione e gestione.

Collaborazione fra più realtà. I soggetti che propongono l'iniziativa dovrebbero cercare di collaborare e coinvolgere per la sua programmazione e gestione, più realtà presenti sul territorio, di modo che questa sia condivisa fra più associazioni, organizzazioni, gruppi informali, enti, ecc.

Sovracomunalità. Va ricercata per quanto possibile, la collaborazione tra soggetti di ambiti territoriali diversi e i progetti proposti dovrebbero essere aperti a tutto il territorio del Piano Giovani Primiero.

Fruibilità. Le iniziative devono essere realmente fruibili ossia essere pubbliche, aperte a tutti, rivolte a tutte le sensibilità: non devono quindi essere autoreferenziali e/o limitate a piccole cerchie pre-esistenti e/o prevedere vincoli/competenze specifiche per potervi partecipare.

Salvaguardia dell'ambiente. Si valutano positivamente i progetti che mostrano attenzione verso l'ambiente, che sono per quanto possibile eco-sostenibili.

Chiarezza e coerenza nella descrizione delle attività e degli obiettivi e nella definizione dei risultati attesi.


SPESE AMMISSIBILI E FINANZIAMENTO

Spese ammissibili.

Sono ammissibili solo le spese dirette necessarie alla realizzazione delle attività delle azioni progettuali, documentabili con giustificativi di spesa e di pagamento, quali ad esempio:

  • le spese per affitto spazi, noleggio beni, acquisto materiali usurabili, compensi e rimborsi spese, pubblicità e promozione, viaggi e spostamenti, vitto e alloggio dei partecipanti attivi, tasse, SIAE, IVA (qualora sia un costo per il soggetto responsabile del progetto);

  • le valorizzazioni di attività di volontariato, nella misura massima del 10% della spesa ammessa della singola azione progettuale e comunque fino ad un importo massimo di euro 500,00;

  • le spese di gestione inerenti: organizzazione, coordinamento e personale dipendente del soggetto responsabile del progetto, nella misura massima complessiva per progetto del 30% del valore della singola azione progettuale, qualora la spesa sia supportata da giustificativi direttamente riconducibili alla spesa stessa ed espressamente riferibili e imputabili al progetto

Non sono invece ammissibili le spese relative a:

  • valorizzazioni di beni (es. mezzi - macchinari - sale);

  • acquisti di beni durevoli, eccetto beni di modico valore, funzionali all'attività di progetto, nella misura ritenuta adeguata dall'ente capofila e comunque di valore non superiore a euro 300,00; spese non chiaramente identificate (es. varie o imprevisti);

  • interessi passivi;

  • spese amministrative e fiscali.


TEMPISTICA

La realizzazione delle azioni progettuali è prevista indicativamente dal mese di luglio 2020 (a seguito comunque della conclusione dell'iter burocratico di approvazione da parte della Comunità di Primiero) e deve concludersi entro il 31.12.2020.

Rendicontazione dei progetti. Concluso il progetto, il soggetto attuatore deve presentare la rendicontazione finale entro 60 giorni dalla fine delle attività e comunque non oltre il 31 gennaio 2021, utilizzando l'apposita modulistica (fornita dal Referente tecnico-organizzativo) corredandola di tutta la documentazione necessaria per comprovare le spese sostenute.


MODALITÁ DI PARTECIPAZIONE E SCADENZE

  1. Per fare una proposta è sufficiente, in un primo momento, compilare l'allegato "MODULO RACCOLTA IDEE PROGETTUALI", che andrà inviato direttamente all'indirizzo mail tpg@primiero.tn.it entro e non oltre mercoledì 24 giugno (entro le ore 12.00).

  2. I soggetti proponenti, in collaborazione con la Referente tecnico-organizzativa, compileranno la scheda DEFINITIVA di presentazione del progetto, in cui si dovrà dettagliare l'azione progettuale in tutti i suoi aspetti. La stesura del progetto si dovrà concludere entro il 27 giugno 2020 di modo che il Tavolo e successivamente la Comunità di Primiero in collaborazione con la Provincia, la possano valutare, approvare e ammettere al finanziamento.

  3. Avvio e realizzazione del progetto (luglio 2020). La garanzia del finanziamento dell'azione proposta si avrà successivamente all'approvazione dei progetti da parte della Comunità di Primiero, che provvederà a comunicare l'esito ai soggetti attuatori. Il soggetto attuatore sarà tenuto a comunicare con sufficiente preavviso la data effettiva di inizio del progetto.
    Confronto finale sul progetto (novembre/dicembre 2020) Il soggetto attuatore sarà tenuto a incontrare i componenti del Tavolo una volta concluso il progetto, per confrontarsi sull'esito dell'iniziativa.
    Rendicontazione del Progetto. Il soggetto attuatore deve presentare la rendicontazione finale entro 60 giorni dalla fine delle attività e comunque non oltre il 31 gennaio 2021



PUBBLICIZZAZIONE DELL'INIZIATIVA

Tutte le iniziative approvate dovranno essere obbligatoriamente supportate da un'ampia pubblicizzazione su tutto il territorio dei Comuni aderenti al Piano.

Il soggetto attuatore avrà il dovere di:

  • comunicare in modo chiaro ed efficace in ogni momento di presentazione (social network, video, interviste, conferenza stampa, durante gli incontri di apertura o gli eventi finali, ecc.) che il progetto "costituisce un'azione finanziata dal Piano Giovani di Primiero e dalla Provincia Autonomia di Trento";

  • quanto scritto sopra va esteso anche a ogni output di progetto (a titolo di esempio: spettacoli, eventi, magazine, video, altro materiale prodotto dal gruppo dei partecipanti attivi);

  • apporre in modo corretto sul materiale promozionale e pubblicitario (locandine, flyer, ecc) e sui gadget (magliette, borse, ecc) i due loghi provinciali - Provincia autonoma Trento e Politiche giovanili provinciali - e il logo del Piano Giovani Primiero.



MONITORAGGIO SULL'ANDAMENTO DEI PROGETTI

Sarà cura della Referente tecnico-organizzativa e dei componenti del "Tavolo del confronto e della proposta" contattare periodicamente i referenti dei progetti, al fine di attuare una costante azione di monitoraggio sull'andamento complessivo degli stessi. A tal fine il soggetto attuatore sarà tenuto a comunicare il calendario degli incontri del progetto (luogo, data, orario) con adeguato preavviso, alla Referente tecnico-organizzativa.

Per info:

RTO Roberta La Maccchia

email: tpg@primiero.tn.it

cell: 334 1063008