Salute e benessere in famiglia: autunno ricco di iniziative e incontri

News

L'obiettivo è quello di sensibilizzare ed informare la popolazione su tematiche quali il benessere e la salute (caregiver familiari), ma anche l'alzheimer e le problematiche correlate.

Caregiver familiari: promotori di benessere e salute

Sono previste due serate di informazione e sensibilizzazione presso la sede della Comunità di Primiero, rivolte a chi si prende cura di un proprio caro non autosufficiente. Si tratta di due momenti per approfondire il tema delle esigenze emergenti rispetto all'invecchiamento della popolazione ed il ruolo del caregiver familiare. Gli appuntamenti sono previsti per il 10 e il 24 ottobre 2019 ore 20.15 - 22.15.

Progetto "Alzheimer si può…"

È un'iniziativa nata dalla collaborazione tra Comunità e le due Apsp del territorio (Valle del Vanoi e San Giuseppe Primiero) in continuità con l'attività svolta nel 2018. Prevede la realizzazione di alcune iniziative molto concrete: uno sportello di ascolto ed informazione grazie alla collaborazione delle Farmacie di zona, ma anche alcune giornate a tema.

Si proseguirà con una serata di sensibilizzazione dal titolo: "59 minuti che spettinano la demenza" fissata per il 15 novembre alle 20.30 in sala Negrelli della Comunità di Primiero. Un momento in cui si parlerà del modello "Sente-mente" e di come guardare la demenza con altri occhi, sgretolando lo stigma che essa si porta dietro, attraverso gli ultimi studi scientifici. E' rivolto a professionisti di cura, ai cargiver e ai volontari.

Il prossimo 30 novembre presso il Centro Diurno APSP Vanoi, si terrà invece la Giornata "Sente-mente experience" - momento di formazione dalle 9.30 alle, 17 rivolto ai professionisti di cura, ai cargiver familiari o ai volontari. Chi fosse interessato a partecipare può segnalare il nominativo o durante le serate informative o direttamente al Settore Sociale della Comunità telefonando al numero 0439/64643).

Il format è un corso teorico pratico durante il quale i partecipanti imparano i più importanti concetti teorici del "Sente-mente project" attraverso i 7 pilastri (#lavitanonfinisceconladiagnosi e #leemozioninonsonounamalattia, la psicologia positiva, gli studi di neurocardiologia di heartmath, la connessione mente/corpo, il con-tatto, la risata incondizionata terapeutica, una diversa lettura dei disturbi del comportamento).

Le esperienze che durante il corso le persone vengono chiamate a vivere, aumentano il desiderio di approfondimento, della curiosità, della cura di se stessi e di sperimentare nuovi livelli di relazione con la persona che convive con il disorientamento cognitivo e la malattia.

Un Gruppo di sostegno alle famiglie

Infine sarà organizzato anche un Gruppo di sostegno per familiari e caregiver, condotto da uno psicologo. Tra novembre e dicembre, si terranno sei incontri di due ore in piccoli gruppi, per affrontare le fatiche quotidiane, di chi si occupa di assistenza, offrendo così uno spazio di supporto ed aiuto alle famiglie.

Chi fosse interessato a partecipare può segnalare il proprio nominativo durante le serate informative o direttamente al Settore Sociale della Comunità telefonando al numero 0439/64643).