Comunità di Primiero, incontro con la Direzione dell'Ulss1 Dolomiti

News

Incontro in Comunità a Primiero, in questi giorni, con la dottoressa Maria Grazia Carraro, neo direttore generale dell'Ulss1 Dolomiti. Alla presenza del Commissario dell'Ente, Roberto Pradel, di Michela Tomas, Responsabile del Settore Sociale e del dottor Alberto Crestani, Responsabile dell'Azienda sanitaria locale, sono state affrontate alcune importanti tematiche relative alla sanità del territorio. La dottoressa Carraro ha visitato prima la sede della Comunità di Primiero e di seguito si è recata presso il locale Distretto sanitario di Tonadico, dove ha potuto toccare con mano la realtà di Primiero.

I temi affrontati

"Sul tavolo - ha spiegato il Commissario Roberto Pradel - in particolare la rinnovata collaborazione e la volontà di affrontare alcune criticità per migliorare i servizi ai cittadini. Dal dialogo tra i sistemi informatici per la lettura delle cartelle, ai servizi specialistici, fino alle comunicazioni tra Ospedale di Feltre e Distretto sanitario di Tonadico".

La convenzione Trentino - Veneto

L'Ulss1 Dolomiti, ed in particolare l'ospedale di Feltre, costituiscono tradizionalmente un consolidato riferimento per i residenti della Comunità di Primiero, sia per comodità logistica che per organizzazione dell'assistenza. Fin del 2005 è presente un'intesa quadro fra la Regione del Veneto e la Provincia autonoma di Trento che costituisce uno strumento di indirizzo indispensabile per poter affrontare in termini complessivi e sistematici il complesso problema della mobilità sanitaria dei pazienti.

Dopo la sottoscrizione della Convenzione tra la Regione del Veneto e la Provincia Autonoma di Trento per la regolamentazione dei rapporti relativi alle prestazioni specialistiche ed altri servizi sanitari forniti alla popolazione del Primiero tramite le strutture dell'Azienda ULSS Dolomiti con durata dal 1° aprile 2020 al 31 dicembre 2022, le due aziende sanitarie hanno sviluppato anche un protocollo per definire alcuni aspetti dell'operatività.

Oltre all'assistenza sanitaria ospedaliera, il protocollo recente approvato, prevede alcune peculiarità organizzative come la gestione della dimissione dei pazienti verso le RSA e/o il domicilio e l'organizzazione delle visite degli specialisti dell'Ulss Dolomiti presso il poliambulatorio del Primiero oltre alle forme di coordinamento fra le direzioni. Rispetto al consolidato pacchetto di prestazioni che gli specialisti dell'ulss Dolomiti erogano nel distretto del Primiero, nel nuovo protocollo sono state inserite prestazioni aggiuntive presso l'Ospedale San Lorenzo di Borgo Valsugana.