Bando di Concorso per esami per assunzione assistente amministrativo

Avvisi

E' indetto un concorso pubblico per esami per il conferimento del posto in organico a tempo indeterminato nella figura professionale di Assistente Amministrativo, categoria C Livello base 1^ posizione retributiva. Il presente Bando costituisce “lex specialis” del Concorso; pertanto la partecipazione allo stesso comporta implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni ivi contenute.

REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di ammissione, gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  1. avere la cittadinanza italiana;

Tale requisito non è richiesto per i soggetti indicati nell’art.38 del D.Lgs. 30 marzo 2001 n.165 :

in tal caso i candidati dovranno :

1.1 se cittadini non italiani ma con cittadinanza in uno degli stati membri dell’Unione Europea :

a. possedere la cittadinanza di uno degli stati membri dell’Unione Europea;

b. godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;

c. possedere tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;

d. avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

1.2 se famigliari di cittadini dell’unione Europea (anche se cittadini di Paesi terzi) :

a. essere titolari di permesso di soggiorno e/o del diritto di soggiorno permanente;

b. godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;

c. possedere tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;

d. avere adeguata conoscenza della lingua italiana;

1.3 se cittadini di Paesi terzi :

a. essere titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o avere lo

status di rifugiato ovvero lo status di protezione sussidiaria;

b. godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza (con

esclusione nel caso di status di rifugiato o di stato di protezione sussidiaria);

c. possedere tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;

d. avere una adeguata conoscenza della lingua italiana.

  1. età non inferiore agli anni 18;
  2. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  3. non essere stati destituiti o dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica

amministrazione anche per mancato superamento del periodo di prova nella medesima categoria

e livello a cui si riferisce l’assunzione;

  1. non essere stato dichiarato decaduto dall’impiego per aver conseguito l’impiego mediante

produzione di documenti falsi o per lo svolgimento di attività incompatibile con il rapporto di

lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione;

  1. immunità da condanne penali che, a giudizio dell’Amministrazione, alla luce del titolo di reato e

dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alla posizione di lavoro messa a

concorso, ostino all’assunzione;

  1. immunità da condanne penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, ostino

all’assunzione ai pubblici impieghi;

  1. idoneità fisica all'impiego con esenzione di difetti o imperfezioni che possano influire sul

rendimento del servizio: in relazione alla specialità ed alle mansioni inerenti il posto in concorso,

ai sensi dell’art.1 della L. 28.03.91, n.120 non possono essere ammessi a concorso i soggetti

privi della vista, essendo la stessa un requisito indispensabile;

  1. per i cittadini soggetti all’obbligo di leva: essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;
  2. possesso della patente di guida categoria B;
  3. possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale.

I candidati dovranno dichiarare il possesso del titolo di studio richiesto per la partecipazione al concorso con l’indicazione dell’istituto presso cui è stato conseguito, la data dello stesso e la votazione conseguita.

I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero dovranno allegare il titolo di studio tradotto e autenticato dalla competente rappresentanza consolare o diplomatica italiana, indicato l’avvenuta equipollenza del proprio titolo di studio con quello italiano; la dichiarazione di equipollenza rispetto al titolo richiesto dal bando deve riportare gli estremi della norma che stabilisce l’equipollenza.

In assenza di questo riconoscimento a tutti gli effetti di legge (equipollenza), i candidati in possesso di un titolo di studio conseguito all’estero, dovranno essere in possesso di un provvedimento di equivalenza del proprio titolo di studio ad uno dei titoli dei titoli di studio richiesti dal presente bando, ai sensi dell’art.38 del D.Lgs. n.165/2001 e ss.mm.. In questo caso i candidati devono dichiarare nella domanda di ammissione di aver avviato la procedura di richiesta di equivalenza del proprio titolo di studio previsto dalla richiamata normativa. Il provvedimento di equivalenza ai sensi dell’art.38 dovrà in ogni caso essere posseduto al momento dell’assunzione.

3 Non possono partecipare al concorso pubblico coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, coloro che siano stati destituiti dispensati, dichiarati decaduti dall’impiego o licenziati da una pubblica amministrazione, coloro che si trovano in una delle posizioni di incompatibilità previste dalle vigenti leggi.

L’Amministrazione si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile anche per effetto della pena su richiesta, alla luce del titolo del reato e dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messo a concorso.

Tutti i sopraelencati titoli e requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, nonché alla data di assunzione.