Il PIANO SOCIALE DI COMUNITÀ è lo strumento di programmazione delle politiche sociali del territorio; un importante atto che si colloca all'interno del sistema programmatorio provinciale, i cui obiettivi strategici (promozione della salute, indirizzi e linee di intervento da perseguire per migliorare la salute e il benessere della popolazione e ridurre le disuguaglianze) sono definiti dal Piano provinciale per la salute.

Al fine di addivenire all'approvazione di un nuovo Piano sociale di Comunità entro il 31 dicembre 2017, la Comunità ha istituito formalmente il Tavolo territoriale, ai sensi dell'art. 13 della L.P. n. 13/2007, il quale prevede che "nell'ambito di ogni Comunità venga istituito un tavolo territoriale quale organo di consulenza e di proposta per le politiche sociali locali. Le funzioni del tavolo sono le seguenti

  • raccoglie le istanze del territorio nel settore delle politiche sociali e contribuisce all'individuazione ed analisi dei bisogni;
  • formula la proposta del piano sociale di Comunità;
  • individua attività in relazione alle quali stipulare gli accordi con soggetti privati e del terzo settore.

Ai sensi del medesimo articolo la "Comunità assicura nella composizione del tavolo una adeguata rappresentanza dei Comuni, tenuto conto della loro dimensione demografica, nonchè la rappresentanza del distretto sanitario, dei servizi educativi e scolastici, delle parti sociali e, per almeno 1/3 del totale dei componenti, di membri designati da organizzazioni del terzo settore operanti nel territorio della comunità".

Il Consiglio della Comunità ha approvato il nuovo PIANO SOCIALE DI COMUNITA' con Delibera consiliare n. 6 dd.25.01.2018.

Ha inoltre elaborato un aggiornamento relativo ai dati del territorio.