Incontro in Comunità con il presidente della provincia di Trento Ugo Rossi, l'assessore provinciale al turismo, il presidente della Comunità, i sindaci e gli operatori economici locali. Confermato il via libera al progetto esecutivo per la nuova telecabina Colbricon in località Malga Ces, che andrà a sostituire, già nella prossima stagione invernale, i due vecchi impianti. Lavori al via in aprile. Confermata anche la volontà di realizzare il collegamento tra le località di San Martino di Castrozza e Passo Rolle

Via libera ai lavori per la nuova telecabina in Valbonetta, pieno supporto dalla Provincia al collegamento San Martino Rolle e definizione di un preciso business plan a medio - lungo termine per la ricapitalizzazione della società Partecipazioni Territoriali, guardando al futuro dell'intera skiarea locale, da San Martino di Castrozza a passo Rolle.

Questi sono in sintesi i punti trattati nell'incontro con il presidente della Provincia di Trento a Primiero, alla presenza degli operatori locali e dei soggetti che hanno sottoscritto il protocollo di rilancio della skiarea ai piedi delle Pale.

Proprio il protocollo sottoscritto nel 2015, individuava gli interventi necessari a potenziare l'area sciistica con le relative "opere accessorie" (impianto di innevamento artificiale, messa in rete delle piste da sci, pista di rientro a valle). Nel documento, si stabilivano gli interventi inseriti in un progetto complessivo e integrato, suddivisi in tre step. 

Il primo step, già realizzato, ha visto l'adeguamento delle piste da sci dell'area Malga Ces e Val Cigolera; l'ampliamento del bacino di accumulo per l'innevamento programmato a Ces che ha permesso, nella stagione invernale 2016/2017, l'apertura degli impianti nonostante la poca neve. Già con i primi interventi, su innevamento e piste, la skiarea ha invertito il trend dei flussi sugli impianti. 

Il secondo step, prevede la realizzazione della nuova telecabina Colbricon Express in località Malga Ces, che andrà a sostituire, già nella prossima stagione invernale, i due impianti attualmente esistenti. Il nuovo impianto sarà in grado di trasportare 2.000 persone all'ora, contro le attuali 1.500, con un tempo di risalita di 6 minuti. Le cabine avranno la capienza di 10 persone ciascuna e prevedono il trasporto anche di biciclette, con la prospettiva appunto di un utilizzo anche estivo dell'impianto. 

In sintesi, i tempi di realizzazione prevedono: il rilascio del permesso di costruire da parte del Comune (entro il 31 marzo), la chiusura del progetto esecutivo per le opere edili e funiviarie (31 marzo), l’individuazione delle imprese costruttrici delle opere edili, opere elettriche e montaggi meccanici (30 aprile) con inizio dei lavori previsto per il 1° giugno e fine lavori per il 31 ottobre con collaudo entro il 15 novembre.

I lavori, prevedono oltre che alla dismissione dei due impianti (San Martino - Malga Ces e Valbonetta) e la realizzazione della nuova telecabina, l'allargamento e sistemazione delle piste da sci per ampliare la zona sciabile e la realizzazione delle stazioni a valle e a monte.

Nel frattempo prosegue l'iter del progetto per la realizzazione del percorso escursionistico fra il lago di Calaita e San Martino di Castrozza, ora in fase di valutazione di impatto ambientale e il progetto per il miglioramento ed adeguamento della strada provinciale SS50 di Passo Rolle per evitare la chiusura per pericolo valanghe.

Il terzo e ultimo passaggio - il più atteso dal territorio - riguarda la realizzazione del collegamento tra le località di San Martino di Castrozza e Passo Rolle e di una pista di rientro lungo il tratto da Passo Rolle a San Martino, con la messa in rete complessiva delle due aree sciistiche. Nel corso dell'incontro è stata sottolineata la decisa volontà di proseguire per l'attuazione anche di questo punto, tenuto conto della sua sostenibilità paesaggistica, ambientale e finanziaria.

Articolo pubblicato il 09/02/2018 , ultima modifica il 15/02/2018