Si chiama Real, ovvero Reddito di attivazione al lavoro, ed entra in vigore il 1° gennaio del 2018, come stabilito dalla delibera approvata dalla Giunta provinciale di Trento

Con questo strumento, allo stato attuale unico nel panorama nazionale ed europeo, la Provincia si pone un obiettivo ben preciso: incentivare le persone disoccupate ad attivarsi, con il sostegno della rete dei servizi per l'impiego, al fine di accedere ad un nuovo impiego, scoraggiando comportamenti troppo passivi e attendisti e puntando soprattutto alla fascia più esposta al rischio della disoccupazione di lungo periodo.

I dati recenti dicono infatti che oltre il 67% dei disoccupati tra i 40 e 49 anni e oltre il 70% dei disoccupati over 50 è disoccupato da più di dodici mesi.

Reddito di attivazione al lavoro (REAL)

Beneficiari

Il Real si rivolge innanzitutto a fasce di età in cui si registra un’elevata percentuale di disoccupati di lungo periodo, ovvero ai disoccupati residenti in Trentino con un’età di almeno quarant’anni. Si tratta di disoccupati deboli i quali sono fuoriusciti dal mercato del lavoro da più di 5 mesi. La sfida è quella di far sì che una quota crescente di queste persone trovi un impiego prima del giro di boa dei 12 mesi e quindi di cadere nella disoccupazione di lungo periodo.

Composizione

Il Real è composto di due quote:

- una prima quota che consiste in un pacchetto di servizi (voucher formativi, per l’accesso ai servizi per l’impiego erogati dalla rete provinciale, o voucher per la conciliazione lavoro-famiglia); 
- una seconda quota che consiste in una somma di denaro di un importo compreso di un minimo di 2.000 euro ed un massimo di 3.000 euro, a titolo di premialità, qualora il disoccupato si rioccupi entro un congruo periodo di tempo (trascorsi 5 mesi di disoccupazione ed entro la fine degli 11 mesi). Il premio è condizionato all’effettivo reimpiego del lavoratore per un periodo di almeno 90 giorni in caso di lavoro subordinato o con entrate di almeno 3.000 euro in caso di lavoro autonomo, in un periodo di tempo non superiore a 9 mesi.

Procedura

La procedura di erogazione si articola in queste fasi:

1. invito ai disoccupati da 3-4 mesi a contattare il Centro per l’impiego per una prima informativa; 
2. nel caso di presenza dei requisiti di residenza e di età, gli interessati sono invitati a partecipare ad un colloquio per:

- profilazione ;

- offerta dei voucher servizi per l’impiego);

- adeguamento patto di servizio;

- consegna informativa sulla quota B (premialità).

3. il lavoratore si attiva, utilizzando i voucher di servizio oppure autonomamente; 
4. il lavoratore inizia a lavorare, con rapporto di lavoro subordinato o autonomo; 
5. maturate le condizioni di lavoro dei 90 giorni di lavoro subordinato o € 3.000,00 di entrate per lavoro autonomo, il lavoratore può presentare domanda di liquidazione della quota B del Real (premialità).

Articolo pubblicato il 08/01/2018