Il Consiglio della Comunità di Primiero è tornato a riunirsi giovedì 28 settembre

In apertura di seduta le dimissioni del consigliere Cristiano Trotter. Il presidente Roberto Pradel ha spiegato che si tratta di un atto formale senza alcuna polemica e ha passato la parola ai membri della minoranza.

Il consigliere Lino Zeni ha confermato che si tratta di dimissioni di carattere personale, evidenziando che dopo un confronto interno tra i candidati della lista di minoranza, è emersa l'indisponibilità ad assumere la carica da parte di tutti gli interpellati, per motivazioni diverse. Il Consigliere Zeni ha confermato quindi che il gruppo rimarrà con due componenti, dopo le dimissioni di Trotter. L'aula approva all'unanimità il punto.

Successivamente il consigliere di minoranza, si è soffermato sull'attuazione del Protocollo Impianti e sul futuro di Rolle sollecitando una maggiore azione politica. Si apre un breve dibattito.

Interviene per la replica direttamente il presidente Roberto Pradel riepilogando gli aspetti relativi all'attuazione del Protocollo: dalla realizzazione del bacino di Ces, al via libera al secondo step (Cabinovia Val Bonetta), fino al progetto di collegamento con Rolle, già presentato. Proprio in queste settimane, è stata inoltre acquisita dalla Provincia la proprietà del vecchio albergo Rolle che sarà presto demolito. “I ritardi – ha evidenziato il presidente – non sono certamente imputabili agli Enti pubblici ma ad una fragilità del sistema economico”.

Sul punto interviene anche il consigliere Giacobbe Zortea, confermando che entro ottobre sarà ultimata anche la progettazione esecutiva della fondovia Calaita – San Martino. Per la demolizione dell'albergo i tempi sono davvero stretti, mentre lo stesso Demanio sta lavorando da tempo al parcheggio del passo.

Di seguito interviene anche il consigliere Daniele Gubert soffermandosi sulle proposte legate al futuro di Rolle e alla necessità di un maggior approfondimento delle varie ipotesi sul tavolo, soprattutto in ottica di inserimento ambientale.

Al termine del confronto, interviene nuovamente il presidente Pradel sottolineando che quest'anno sono state portate a termine – grazie all'importante sostegno della struttura – tutte le opere in sospeso o che erano state ereditate dal passato. Questo consentirà di dedicarsi a nuovi progetti che si stanno valutando quali: una nuova ciclopedonale da malga Fosse a San Martino di Castrozza che si collega poi con Caoria e la Valle del Vanoi.

Ma la Comunità dal prossimo anno, sarà impegnata soprattutto per organizzare i nuovi 'Punti Argento' (uno per Comunità) in fase di avvio a livello provinciale. Diventeranno il Punto unico di coordinamento dei servizi agli anziani su ogni territorio.

Interviene il consigliere Lino Zeni chiedendo informazioni tecniche in merito al finanziamento e la rendicontazione del Piano Giovani. Risponde il vice presidente Albert Rattin e di seguito intervengono anche i consiglieri Ferdinando Orler e Daniele Gubert sollecitando una urgente semplificazione delle procedure in materia.

I lavori del Consiglio proseguono con l'approvazione della terza variazione al bilancio di previsione 2017 – 2019 che prevede sostanzialmente un aumento di risorse per i fondi destinati alla cultura e allo sport, ma anche per mensa e assegni studio. Il punto viene approvato all'unanimità dei presenti.

Si passa quindi alla Revisione straordinaria delle partecipazioni, che prevede tra le altre, una attenta valutazione tecnica con un progressivo percorso di riequilibrio societario con i Comuni del territorio, in particolare da Azienda Ambiente, controllata al 92% dalla Comunità di Primiero.

Infine si procede con la presa d’atto delle dimissioni del Revisore dei Conti dottoressa Sandra Marigo. Dopo un confronto sulla migliore proposta economica, il Consiglio nomina nuovo revisore dei Conti per il triennio 1° ottobre 2017 - 30 settembre 2020, il dottor Marco Doff Sotta di Imèr. I lavori si chiudono con l'approvazione del verbale della seduta precedente.

Articolo pubblicato il 02/10/2017