Il Consiglio della Comunità di Primiero è tornato a riunirsi mercoledì 21 dicembre

I lavori si sono aperti con la ratifica della prima variazione urgente al bilancio di previsione 2016 e pluriennale 2016-2018 approvata con Atto del Presidente della Comunità.

“C'è stato l'impegno di tutta la struttura – ha confermato il presidente Roberto Pradel - per allocare le risorse disponibili con particolare attenzione al lavoro, ai giovani e alle associazioni del territorio.

Interviene ad inizio seduta, la Responsabile del Settore Finanziario, Giacomina Meneghel, per confermare la destinazione straordinaria di 96mila euro da parte della Provincia di Trento alla Comunità di Primiero. Si tratta di stanziamenti relativi al Fondo sanitario provinciale. L'Ente, dopo un confronto con gli amministratori, ha deciso di destinare queste risorse a favore dei Comuni, chiamati a contribuire, con una quota pari al 20% alle azioni legate all'Intervento 19 (“squadre operatori ecologici”).

Un'azione quindi molto importante per il territorio che aiuta le Amministrazioni locali in un momento non facile. Un'altra parte dei fondi disponibili, è stata destinata invece al finanziamento delle iniziative legate al diritto allo studio (servizio mensa e buoni libro) accogliendo in toto le domande pervenute nei tempi stabiliti. Altri contributi minimali hanno invece interessato iniziative culturali di associazioni locali. Il Consiglio approva all'unanimità.

Si passa quindi alla definizione delle tariffe servizi erogati dalla Comunità per l’anno 2017. La proposta avanzata è quella di mantenere inalterate le tariffe con due adeguamenti minimi relativi all'utilizzo delle palestre locali, aggiungendo però anche una particolare scontistica per utilizzi prolungati o frequenti delle strutture.

I prezzi della mensa rimarranno invece gli stessi, con l'impegno di adeguarli eventualmente durante il prossimo anno scolastico. Il presidente Roberto Pradel, precisa inoltre che dopo le festività sarà operativo e adeguato anche l'asilo nido di Tonadico, dopo gli ultimi interventi. Interviene il consigliere Daniele Gubert per alcuni chiarimenti e di seguito il Consiglio approva all'unanimità.

I lavori proseguono con la Gestione associata straordinaria dei grandi eventi per il quadriennio 2017 – 2020, definizione delle modalità e approvazione dello schema di convenzione. Il presidente Pradel spiega che in accordo con i Comuni è stata proposta una convenzione pluriennale per la gestione degli eventi, garantendo continuità ai progetti in seguito all'importante lavoro svolto dai consiglieri Franceschi e Gubert in merito alla programmazione degli stessi sul territorio.

Si apre il dibattito, con gli interventi di Daniele Gubert, che evidenzia la necessità di trovare le risorse necessarie nel 2017, per supportare le iniziative locali. Di seguito intervengono per chiedere ulteriori precisazioni, i consiglieri Lino Zeni e Aurelio Gadenz. Successivamente il Consiglio approva all'unanimità.

Il Consiglio esamina quindi la Gestione associata del progetto Intervento 19 – quadriennio 2017/2020 – abbellimento urbano-rurale e manutenzione ambientale attraverso i lavori socialmente utili. 

Pradel, spiega che la convenzione pluriennale intende favorire l'organizzazione dell'intervento anticipando - se possibile - l'inizio dei lavori. Vengono quindi illustrati i termini della convenzione e il Consiglio approva all'unanimità.

Si passa infine all'approvazione del regolamento della Comunità di Primiero per la disciplina dei controlli interni.

Le comunicazioni del presidente, chiudono la seduta del Consiglio della Comunità. Pradel informa che i consiglieri di maggioranza stanno definendo la bozza del documento di programmazione triennale per stabilire le linee di mandato. Così come è stato fatto per l'alluvione nel 2016, è intenzione della Comunità organizzare un evento legato alle tematiche del lavoro, da organizzare nella primavera 2017.

Infine, si apre un breve confronto sul futuro degli impianti San Martino di Castrozza – Passo Rolle, alla luce dell'affidamento di uno studio che possa definire i termini del collegamento tra la skiarea di San Martino di Castrozza e passo Rolle.

“L'incarico – spiega il presidente della Comunità Pradel – è stato affidato e dovrebbe essere consegnato entro tre mesi”. Si apre quindi il dibattito in aula. Il consigliere Lino Zeni si dice “scettico sul progetto” esprimendo perplessità. Il consigliere Aurelio Gadenz sostiene invece che il vero problema è legato alle risorse da reperire sul territorio, senza coinvolgere nuovamente Enti pubblici e a partecipazione territoriale.

Chiude il dibattito il presidente Pradel invitando tutti ad essere ottimisti per il futuro della skiarea, dopo l'opera realizzata in questi mesi. “Entro marzo avremo il progetto - sottolinea Pradel - e da quel momento ci si potrà confrontare nuovamente con tutti i soggetti coinvolti nell'operazione, trattandosi di una vera e propria scommessa per l'intera comunità, anche in funzione estiva, condividendo che un ulteriore cambio di passo è assolutamente necessario".

La seduta si conclude con lo scambio degli auguri natalizi.

Articolo pubblicato il 23/12/2016