Come ormai noto, la tariffa a carico degli utenti per l’utilizzo del servizio di mensa scolastica viene  determinato in base alla valutazione della condizione economica familiare (dichiarazione ICEF).

Il costo del buono pasto a carico della famiglia sarà pertanto comunicato direttamente dai centri CAAF abilitati, all’atto dell’accettazione della domanda di quota agevolata.

Nel caso in cui non si abbia diritto alla quota mensa agevolata o non si intenda effettuare la certificazione ICEF, sarà applicata la tariffa massima pari ad € 4,20 a pasto per ciascun fruitore del servizio mensa.

Ogni alunno, il cui orario scolastico preveda due rientri pomeridiani per attività curriculari, ha diritto ad un massimo di 70 buoni pasto da usufruire nel corso dell’intero anno scolastico. Chi usufruisce di 4 pasti settimanali ha diritto ad un numero massimo di 140 pasti e chi utilizza il servizio per 5 giorni ha diritto ad un massimo di 170 pasti.

Il Servizio mensa è completamente informatizzato e prevede il pagamento anticipato.

Il versamento per l'acquisto dei buoni pasto, va effettuato presso gli sportelli della Cassa Rurale Valli di Primiero e Vanoi, nonché presso gli sportelli della Banca di Trento e Bolzano, fornendo il numero di codice attribuito ad ogni singolo alunno.

Per informazioni
Settore Segreteria ed Affari Generali

Articolo pubblicato il 01/10/2007 , ultima modifica il 16/11/2016