Collaborazione con realtà di auto mutuo aiuto

In zona sono presenti gruppi di Auto Mutuo Aiuto che offrono ascolto e sostegno a persone che vivono uno stesso problema, che s’incontrano, si confrontano e si aiutano con spirito di reciprocità. Sono attivi gruppi nell’ambito della disabilità (Associazione La Formica), del lutto (Gruppo Ri–trovarsi), dell’alcologia (Associazione ACAT), sanitario (Gruppo Donne operate al seno e Gruppo Allattamento materno), adozione (Gruppo Famiglie Adottive). In zona sono presenti gruppi di Auto Mutuo Aiuto che offrono ascolto e sostegno a persone che vivono uno stesso problema, che s’incontrano, si confrontano e si aiutano con spirito di reciprocità. Sono attivi gruppi nell’ambito della disabilità (Associazione La Formica), del lutto (Gruppo Ri–trovarsi), dell’alcologia (Associazione ACAT), sanitario (Gruppo Donne operate al seno e Gruppo Allattamento materno), adozione (Gruppo Famiglie Adottive).

Unità Valutativa Multidiscipilinare (UVM)

E’ un gruppo di lavoro che si costituisce per la valutazione multidisciplinare dei bisogni sociosanitari complessi di un cittadino, rispetto ai quali è necessario rispondere con più servizi erogati da strutture organizzative diverse. E’ lo strumento essenziale di cui si sono dotati i servizi socio sanitari per garantire la pratica attuazione dell’integrazione tra i servizi. L’obiettivo dell’U.V.M. è di migliorare la salute e la qualità della vita del cittadino attraverso un progetto globale condiviso dal gruppo, utilizzando le risorse disponibili, ed attuando gli interventi necessari presenti nella rete territoriale.

La sede è presso il Distretto Sanitario, e può essere attivata dal medico di base, dall’Ospedale, dal servizio sociale, dai servizi specialistici.  Attraverso questo strumento verranno valutate le situazioni dell’area materno infantile, delle dipendenze, della salute mentale, dell’area anziani ed area disabilità.

Consultorio familiare

Il Consultorio è un servizio con compiti di consulenza, prevenzione epromozione della salute, assistenza sanitaria, psicologica e sociale.Sono presenti più professionisti che operano a livello territoriale in èquipe multidisciplinare integrata: ostetrica, ginecologo, psicologa, assistente sociale.La sede è presso il Distretto Sanitario di Primiero.

Al consultorio ci si può rivolgere per una consulenza in riferimento ai temi che riguardano:

  • il singolo per consultazioni su problematiche psicologiche, sanitarie e sociali;
  • la coppia per problematiche inerenti la sessualità, la procreazione responsabile, l’interruzione volontaria della gravidanza, la difficoltà nella relazione, la preparazione alla nascita e sostegno alla genitorialità la famiglia per problematiche genitoriali e/o connesse alle separazioni coniugali;
  • l’adolescente per problematiche legate allo sviluppo psicofisico, la sessualità, il disagio psicologico, l’educazione alla salute e al benessere.
  • biblioteca

Punti unici di accesso – PUA

Il Punto Unico d’Accesso (PUA) è il servizio con il quale l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari intende assicurare la valutazione e la presa in carico delle persone con problemi sanitari e sociosanitari complessi. Il Punto Unico di Accesso informa sulle prestazioni erogabili, sulle modalità e i tempi di accesso alla rete dei servizi socio–sanitari.

Rappresenta un modello organizzativo integrato tra servizi sociali e sanitari e sarà gestito da uno staff di operatori che ascoltano e analizzano i bisogni dell’utente e dei familiari, individuano con loro il percorso terapeutico più idoneo ai bisogni. Il Punto Unico d’Accesso rappresenta un nuovo modello d’assistenza, basato sulla cosiddetta “presa in carico”, frutto del passaggio dal concetto del “curare” a quello del “prendersi cura” della persona nella complessità e globalità dei bisogni, con un’attenzione particolare anche alla famiglia e al contesto di riferimento.

Ambito delle dipendenze

È attiva una convenzione con l’Associazione Provinciale Dipendenze Patologiche di Trento che ha avviato sul territorio un servizio di consulenza e supporto a famiglie che hanno familiari con problemi di dipendenza sia da sostanze sia da gioco d’azzardo.

La discrezionalità, l’anonimato degli interventi favoriscono la fiducia degli utenti nei confronti di tale risorsa che prevede degli incontri di gruppo bisettimanali e un significativo monte ore destinati a colloqui individuali di consulenza, anche telefonici.

Per quanti volessero informazioni al riguardo si può contattare il n. 380/2668817 – e–mail .

Contatti

Per avere maggiori informazioni sui servizi offerti puoi contattarci:

Articolo pubblicato il 18/08/2015