Dopo l’approvazione dal Tavolo delle politiche giovanili e della Comunità di Primiero il settimo Piano giovani di zona, intitolato “PartecipAzione” ha inizio. Sono nove i progetti presentati quest’anno: Occupa l’estate, Sportello mobile, Sot ala Zopa, Survivor Camp, Vibrazioni "Cyberfolk", Nettare di Vita: Sentiero di riflessione in Primiero, Ping Pong: tutti al Tavolo!, il Gruppone, L’altra faccia della faccia. Progetti che coprono diversi ambiti come la musica, il lavoro, lo sport, la cittadinanza attiva, il volontariato, l’educazione e la fotografia.

Dopo l’approvazione dal Tavolo delle politiche giovanili e dellaComunità di Primiero il settimo Piano giovani di zona, intitolato“PartecipAzione” ha inizio. Sono nove i progetti presentati quest’anno: Occupa l’estate, Sportello mobile, Sot ala Zopa, SurvivorCamp, Vibrazioni "Cyberfolk", Nettare di Vita: Sentiero di riflessione in Primiero, Ping Pong: tutti al Tavolo!, il Gruppone, L’altra faccia della faccia. Progetti che coprono diversi ambiti come la musica, il lavoro, lo sport, la cittadinanza attiva, il volontariato, l’educazione e la fotografia. Le diverse azioni inserite nel Piano di Zona 2013, cercano di “prendersi cura” del proprio territorio,attraverso un percorso partecipativo.

Perché “PartecipAzione”

“PartecipAzione” perché tutte le azioni-progetti inseriti nel Piano di Zona 2013, prevedono un tassello comune, che si traduce in azioni, simboliche o estremamente concrete, che vedano i giovani impegnati ad offrire il proprio contributo alla propria comunità.
Una restituzione che diventa esempio di cittadinanza attiva. Così, a seguito di un corso o di un percorso formativo, i giovani partecipanti ne riportano i frutti sul territorio. Lo fanno in diversi modi: offrendo una giornata di animazione o una proposta culturale aperta a tutta la comunità come nel caso dei progetti “Ping Pong tutti al tavolo” e “l’altra faccia della faccia”. Oppure restituiscono una propria visione delle proposte ricreativo-turistiche che possono valorizzare un territorio, come nel caso di “Survivor Camp””. È da sottolineare come la partecipazione territoriale in alcuni progetti è il centro del progetto stesso, come nei casi del “Gruppone”, “Nettare di vita” o di “Sot Ala Zopa”, nei quali i giovani coinvolti offrono qualcosa alla comunità. Offrono un evento come il concerto proposto dall’associazione Aguaz, o un’azione di recupero e smaltimento come nel progetto del “Gruppone”, lasciano una traccia come nel caso  del sentiero tracciato da Nettere di vita. Esempi questi, o meglio palestre di partecipazione che possano “allenare” all’attenzione e gestione della cosa pubblica.

Questo filo conduttore, come orizzonte di senso, resta sullo sfondo anche del percorso del Tavolo, che mensilmente si incontra, volto a procedere nella direzione di valorizzazione del territorio nel suo globale, attraverso una visione sovra comunale.

Chi propone i progetti

Parte integrante di questo processo di partecipazione sono le associazioni, i gruppi, gli enti che hanno promosso i progetti per il 2013. Gruppi di giovani con un pezzetto di strada già percorso come l’associazione Aguaz o gruppi, sempre di giovani nati da poco come il Gruppo giovani di Imer e Nettare di Vita. Realtà che lavorano a favore dei ragazzi come APPM (Associazione Provinciale per i Minori Onlus) e Ri-Crea. Associazioni che si mettono in gioco per la prima volta come G.a.r.i.. Due progetti sono promossi direttamente dalla Comunità di valle di Primiero, in particolare Occupa l’estate 2013 che anche quest’anno cerca di dare il proprio contributo per aiutare i giovani a conoscere il mondo del lavoro. Infine il Decanto di Primiero che propone un progetto, il Gruppone, legato al recupero e allo smaltimento degli oggetti.

Come contattare il “tavolo”
Per maggiori informazioni sulle attività promosse dal Tavolo delle Politiche Giovanili potete contattare le referenti Irene Grazzi e Fedora Podio all’indirizzo e-mail o la sportellista Gianna Zortea all’indirizzo e-mail . Inoltre sarà presente la sportellista ogni primo sabato del mese dalle ore 15.30 alle 18.30 presso la sede del centro “Le Reti” a Fiera di Primiero.

Articolo pubblicato il 28/03/2013 , ultima modifica il 29/03/2013