La Comunità di Primiero intende dare valore al percorso innovativo intrapreso nei processi pianificatori (sociale e territoriale) in cui è stata posta attenzione particolare alla ricerca di sinergie tra le diverse politiche, al fine di accrescere la qualità della vita e dell’abitare di cittadini e ospiti, ponendo al centro il benessere delle persone (e quindi delle famiglie) e l’attrattività territoriale, tenendo presente la finalità di far crescere l’economia locale valorizzando le risorse legate al territorio.

Nell’accordo volontario di area, approvato con Delibera Provinciale n. 675 di data 27 aprile 2015, sottoscritto formalmente in data 30 giugno 2015, per l’avvio a Primiero del Distretto Famiglia l’obiettivo generale condiviso recita: “L’obiettivo del presente accordo è quello di realizzare un percorso di certificazione territoriale familiare, al fine di accrescere la qualità della vita e dell'abitare, creare opportunità e servizi per le famiglie residenti e ospiti, ponendo attenzione alla sostenibilità ambientale e alle specificità del nostro territorio, tra cui il notevole patrimonio sociale, ambientale e musicale”.

Tratto distintivo vorrebbe dunque essere la sperimentazione di un distretto in cui il territorio è fattore fondamentale insieme a fattori socio-culturali e al capitale sociale per la configurazione di paesaggi/scenari in cui la famiglia è al centro, intendendo per famiglia sia la famiglia con figli, che la famiglia in quanto nucleo in cui convivono esigenze generazionali diverse. Ciò presuppone quindi l’intenzione di orientare lo sviluppo di azioni che richiedono sinergia tra le politiche ambientali, familiari, produttive, sociali, culturali, del turismo, dello sport…, orientate alla finalità di aumentare la qualità della vita e dell’abitare, valorizzando le specificità locali con un’offerta unica del territorio e dei marchi locali associati.

 
 

A tal scopo, parallelamente all’attivazione di azioni per dare attuazione agli obiettivi fondamentali contenuti nell’accordo dalle diverse organizzazioni e orientati in primis a sperimentare standard di qualità familiare, il programma intende individuare fin da subito un’architettura gestionale per dare visibilità ad azioni orientate a mettere in campo una effettiva sinergia tra le diverse politiche interessate e /o necessariamente da coinvolgere per dare attuazione a progetti che diano risposta alle aspettative delle famiglie nel lungo periodo, orientati a valorizzare la sostenibilità ambientale e le specificità del territorio.
In particolare Primiero intende rafforzare il rapporto tra politiche ambientali e politiche familiari per dare vita ad un Distretto Family e Green, in un’ottica di confronto costruttivo tra tutte le organizzazioni territoriali (pubbliche, private e del terzo settore) che stanno già operando con standard di qualità familiare e ambientale.

Nel Distretto Family Green Primiero sarà favorita una co-responsabilizzazione dei diversi Attori del territorio per giungere alla concretizzazione di azioni con standard di benessere ambientale e familiare, promuovendo la partecipazione di tutti, famiglie comprese, in un’ottica di sostenibilità e resilienza.

Il Distretto faciliterà quindi lo sviluppo di connessioni e relazioni volte a rafforzare la qualità di vita e stili di vita funzionali a preservare e innovare il notevole patrimonio ambientale in un'ottica di benessere familiare, contribuendo a promuovere sul territorio servizi e attività d’eccellenza, rispondenti alle esigenze delle famiglie residenti e ospiti, in grado di attrarre e rendere appetibile vivere il territorio. Con un approccio orientato al welfare generativo, si auspica di contribuire all'individuazione di azioni e servizi funzionali a contrastare l'abbandono del territorio, in quanto solo in “un territorio vissuto” è pensabile sviluppare prodotti di marketing effettivamente attrattivi nel lungo periodo e creare cultura per garantire risorse alle generazioni future.

Sito internet Agenzia provinciale per la famigliaPagina Facebook del Distretto Famiglia Primiero

Distretto Famiglia

Programma di lavoro per l'anno 2016

Enti sottoscrittori

Comunità di Primiero, Comune di Canal San Bovo, Comune di Imér, Comune di Mezzano, Comune di Fiera di Primiero, Comune di Transacqua, Comune di Siror, Comune di Tonadico, Comune di Sagron Mis, Ente Parco Paneveggio, Pale di San Martino, Azienda per il turismo “San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi”, Progetto “BMOBPRIMIERO”, Gruppo Sportivo Pavione, Ecomuseo del Vanoi, Appm – Associazione Provinciale per i Minori, Cooperativa sociale Tagesmutter del Trentino – Il Sorriso, Cooperativa Bellesini Società cooperativa sociale, Pizzeria Ristorante “Il Caminetto”, Albergo-Ristorante "Baita Sagron Mis".

ORARI

Distretto Famiglia Family e Green di Primiero
Ufficio aperto al pubblico c/o centroleReti
tutti i lunedì dalle 08:00 alle 12:00
tutti i venerdì dalle 17:00  alle 18:00 

CONTATTI

tel. 0439-64641
cell. 331 8553096
e-mail: 

Referente Tecnico e Educatore di Territorio: Patricio Orsega

L'ufficio è aperto per fornire informazioni riguardo accoglienza, informazione e orientamento per le famiglie con finalità di raccogliere le esigenze e attivare il protagonismo delle famiglie.

Articolo pubblicato il 23/02/2016 , ultima modifica il 23/05/2016